twitter facebook picasa mail feed

Il futuro del lavoro/il lavoro nel futuro

Il Contesto vi invita al concorso letterario Il futuro del lavoro/il lavoro nel futuro per racconti inediti sul tema del lavoro, aperto a tutti i generi letterari.

• Il Concorso è organizzato dall’Associazione Riccardo Braghin in collaborazione con la rivista letteraria «Atti impuri» e con la rivista e Associazione culturale «Il Contesto». Il Concorso è riservato alle /ai giovani tra i 18 e i 35 anni che vogliano provare a immaginare a partire dalle loro esperienze come sarà o come dovrebbe essere il lavoro e quali occasioni di socialità e di realizzazione individuale possa ancora offrire.

• La partecipazione al Concorso è gratuita. I racconti, in lingua italiana, non dovranno superare le 8000 battute spazi inclusi indicativamente 4 cartelle di 2000 battute. Ogni autore può partecipare con un solo racconto. La proprietà letteraria resta agli autori.

• I racconti dovranno essere inviati via mail, in un allegato Word (.doc o .rtf), entro il 30 settembre 2012 all’indirizzo attimpuri@gmail.com. Nell’allegato non dovrà essere presente alcun dato personale. Nel testo della mail dovranno essere indicati dall’autore del racconto nome, cognome, data di nascita, indirizzo, città, numero di telefono. È ammesso l’uso di uno pseudonimo per firmare il testo, ma gli autori devono comunque fornire tutti i dati richiesti.

• I racconti pervenuti saranno valutati da una giuria composta da rappresentanti dell’Associazione Riccardo Braghin, di «Atti Impuri» e de «Il Contesto». I testi giudicati migliori verranno annunciati e presentati durante una serata che si terrà a Torino in data da stabilirsi.

• Il racconto vincitore si aggiudicherà un premio in denaro di 300,00 euro e verrà pubblicato su un numero cartaceo della rivista «Atti impuri». Una selezione dei migliori testi partecipanti sarà ospitata sulle riviste telematiche www.attimpuri.it e www.ilcontesto.org e potrà essere inclusa in una ulteriore pubblicazione.

(Volantino in PDF)

Foto di Enrico De Santis

PrintFriendlyFacebookTwitterGoogle ReaderLinkedInMySpaceDeliciousShare

Tags: , ,

Commenti

Commenti Facebook