twitter facebook picasa mail feed
Recensioni » Saggistica

La guerra giusta e la giustizia in guerra

1/07/2003 • Michael Walzer, Guerre giuste e ingiuste, Liguori, Napoli 1990. Di fronte alla guerra – e in particolare di fronte alle guerre del XX secolo – la filosofia è rimasta muta. Come se non bastassero le parole, come se il linguaggio umano non fosse sufficiente. Se davvero, come afferma un detto latino, inter arma silent leges, dobbiamo dare ragione ai vari Hobbes e von Clausewitz e a chi considera... 

Un punto fermo

1/07/2003 • www.stringer.it La necessità di informarsi sui conflitti dimenticati si scontra con una sorprendente esiguità di pubblicazioni cartacee. D’altro canto la rete è uno sconfinato e disordinato magazzino, con i suoi problemi di attendibilità congeniti al pluralismo che incarna. Si ha pertanto la necessità di individuare alcuni punti fermi per soddisfare la ricerca, per iniziare a conoscere e... 

Prima della pioggia

1/07/2003 •

Prima della pioggia, [Before the rain], di Micho Manchevski, Skopje, Macedonia 1994. Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia, 1994.

Futuro dei conflitti e conflitti del futuro

1/07/2003 • Ignacio Ramonet, Il mondo che non vogliamo: guerre e mercati nell’era globale, Mondadori, 2003. Alla fine del XVIII secolo Kant prospettava all’umanità un avvenire verso la pace perpetua. Oggi, da poco entrati in un’epoca nuova, almeno dal punto di vista della scansione temporale, le previsioni del filosofo tedesco continuano a rimanere un miraggio. Ignacio Ramonet utilizza una serie... 

Capire l’oblio

1/07/2003 • I conflitti dimenticati, a cura della Caritas Italiana, Feltrinelli, Milano 2003. “In quali paesi del mondo sono attualmente attivi conflitti armati? Tali conflitti sono dimenticati in Italia? Per quali ragioni?” Queste le tre domande fondamentali che hanno guidato la ricerca collettiva di un gruppo di lavoro composto da Caritas Italiana, “Famiglia Cristiana” e “Il Regno”. Attraverso una... 

Un classico sempre attuale

17/03/2003 • Max Weber, La politica come professione, Edizioni di comunità. Svelando la politica dagli orpelli che si cuce addosso, lasciando da parte le varie discussioni sulla direzione che deve prendere e i valori che cerca di perseguire, la politica si presenta come il luogo di scontro tra fazioni di interessati che lottano per il controllo di uno stato. I partiti, che nella società contemporanea sono i soggetti di questo scontro, si configurano quindi come società di... 

Una guida utile

17/03/2003 • Marcello Veneziani, La cultura della destra, Laterza, Bari. Libri sulla cultura della sinistra ve ne sono molti, fin troppi. Ogni genere di argomento e di problema del mondo contemporaneo è stato trattato con una impostazione gauchiste. I dibattiti dal tema “cosa vuol dire essere di sinistra oggi” imperversano sugli schermi televisivi, nelle discussioni da bar e sulle pagine dei giornali. Fiumi di inchiostro sono stati versati su ogni genere di argomento... 

Al di là degli “assoluti”del Novecento

17/03/2003 • Marco Revelli, Oltre il Novecento: la politica, le ideologie e le insidie del lavoro, Einaudi, Torino. “Il secolo è finito”: attorno a questa frase il libro costruisce una lucida analisi di due epoche del Novecento, ma allo stesso tempo cerca di individuare le possibili vie d’uscita. Ripercorrendo i paradossi che hanno caratterizzato il ventesimo secolo, anche avvalendosi di analisi già compiute (vedi ad esempio Hobsbawm ne “Il secolo breve”), il professore piemontese ne evidenzia il carattere... 

Islam, petrolio e il Grande gioco in Asia centrale

17/03/2003 •

Ahmed Rashid, Talebani, Feltrinelli, Milano.

Il male e i suoi burocrati

17/03/2003 • Hannah Arendt, La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme, Feltrinelli, Milano. L’11 maggio 1960 Otto Adolf Eichmann viene rapito presso Buenos Aires, dove era espatriato al termine della Seconda Guerra Mondiale e viveva sotto falso nome, dagli agenti del Mossad, i servizi segreti israeliani, e condotto a Gerusalemme per rispondere alle accuse di crimini contro l’umanità e contro il popolo ebraico. Hannah Arendt segue il processo, cominciato l’anno successivo, analizzando...