IL CONFINE. parte I

In una giornata piovosa, il cielo era tutto grigio, mi ritrovavo nella mia camera a riordinare l’armadio.

Avevo tirato fuori i maglioni per poterli ripiegare uno ad uno e fare anche una stima di quello che avevo.

Non ero triste, ma in compenso penserioso, forse la giornata aiutava ad esserlo, dando quella parvenza di dolce malinconia.

Mi girai verso la finestra, attirato dal tintinnio della pioggia che a cadenza continuava, batteva sui vetri appannati, conseguenza della differenza di calore verso l’esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.