Vivere in mezzo ai cristalli

Chi ha “sfogliato” un po’ il blog e ha letto alcuni miei pensieri, avrà notato che sono molto importanti gli affetti, come possono aiutarti nell’andare avanti dandoti speranza e come possono anche fermarsi e lasciarti da solo nel tuo errore. In tutto questo tempo ho sempre sperato che non capitasse anche a me, anche perché se non avessi avuto lei non so come mi sarei comportato e che reazioni avrei avuto in questi anni. Ho cercato di stargli vicino il più possibile e forse lei a me… Ma gli anni passano e il tempo e la lontananza raffredda l’amore, così pian piano ho cominciato a sentire freddo, e sentirla lontana, fino a che è arrivato luglio 2014, dove gli dico al colloquio che se non si sente più di aspettare può essere libera di prendersi la sua strada e così ha fatto. Ho sofferto? Sto soffrendo? Diciamo che mi ha talmente deluso che mi ha aiutato a staccarmi molto più facilmente da lei, poi ci metto anche altri problemi avanti a lei, sono talmente grandi e importanti che non la vedo. Però ogni tanto ci penso, ci penso e credo che sia successo qualcosa, non mi so spiegare bene cosa, ma forse è stato meglio così, devo cercare bene me stesso, accettare di vivere in mezzo ai cristalli e poi chissà se la mia vita mi riserva una bella sorpresa. Comunque essere soli è la paura più grande che ho e qui è pieno di gente sola, anche per questo penso che non sia più la vita per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.