"fedele a me stesso": i detenuti del polo universitario del carcere di torino si raccontano

“Fedele a me stesso”: le risposte dei detenuti del Polo

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”][/siteorigin_widget]

Fedele a me stesso…

ai propri principi, ideali e regole.

***

è essere coerente con i fatti e con la vita: con tutto quello che accade intorno a te.

***

sono talmente fedele a me stesso di aver conosciuto l’inizio e di conoscere la fine di questo mio tratto di vita. Altrimenti non potrei vivere.

***

La fedeltà a me stesso è unicamente quella fedeltà che mi lega di fatto a chi mi ha concesso da anni la propria.

***

Credo che sia l’unico modo per non dimenticarti mai da dove arrivi e di quello a cui credi. Nel senso che spesso per vari fattori, tendiamo a dimenticare noi stessi, proponendo un prodotto o una maschera più appagante per il contesto dove ci si trova.

***

e ai miei fratelli.

***

Dentro di me ho sempre saputo di essere fedele e soprattutto coerente nelle mie scelte, tornando indietro farei gli stessi errori perché soddisfatto dell’uomo che sono!

 

Gli studenti del Polo Universitario

Comments 3

  1. fedele a me stessa nel senso che sono quella che sono e non mi modifico in base a chi ho davanti, in base ai contesti, in base alle regole che fingono di essere condivise ma che sono sempre decise dai più forti, non mi modifico in base ai ruoli che la società di volta in volta mi attribuisce, figlia, studentessa, donna, amica, moglie,puttana, mamma, lavoratrice, baby sitter cameriera… se non rispecchio il ruolo che mi si attribuisce non sono problemi miei! resisto e non me la schiaffo addosso l’etichetta che avete deciso per me! e mi usano? mi tradiscono? mi mentono? mi strumentalizzano? mi amano ? mi odiano? mi manipolano? mi capiscono o non mi capiscono? mi umiliano? mi indignano? sti cazzi!!!! fate pure non vi ripagherò con la stessa moneta se non credo che sia giusto, non lo farò solo perché qualcuno lo ha fatto a me, perché quando poggio la testa sul cuscino voglio dormire serena, e l’unica cosa che mi fa dormire serena è il non aver tradito me stessa, l’aver resistito alla merda che mi circonda, l’essere rimasta a galla in questo mare che ti hanno insegnato ad amare ma è più lercio dell’acqua del cesso di casa mia…

  2. Fedele a me stessa… Ci provo: a volte con difficoltà, altre volte assalita da dubbi e incertezze, ma cerco di superare tutte le varie contraddizioni che fanno da ostacolo e vado dritta per la mia strada incontro ai miei principi.

  3. Son fedele a me stessa nel momento in cui riesco a riconoscere le difficoltà e tra incertezze interiori e idee contrastanti che mi girano intorno riesco a focalizzare il problema è risolverlo con determinazione e il resto passa in secondo piano…

Rispondi a A. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *