"Quella (maledetta) volta che...": il Polo Universitario del carcere di Torino si racconta

“Quella (maledetta) volta che…”: gli studenti del Polo si raccontano

Quella (maledetta) volta che…

mi sarei dovuto trovare in un altro posto.

***

ho usato il telefonino…

***

capii cosa significava avere 18 anni.

***

mi ha fatto perdere la libertà, mi ha fatto capire che sotto certi aspetti non si muore solo quando il cuore cessa di battere.

***

tanto per cambiare ho agito d’impulso creando a me stesso e a chi ha la sfortuna di volermi bene grossi disagi.

***

convinsi la mia insegnante d’inglese a fare un bel volo sul Piper che pilotavo e sbocciò un grande amore. La ricordo ancora come una giovane neolaureata molto affascinante.

***

ho esagerato!

***

non ho avuto la forza di girarmi e andarmene.

Gli studenti del Polo Universitario

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.